Notizie degli autori

«Scritture migranti (rivista di scambi interculturali)»

Scritture migranti (rivista di scambi interculturali), del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna, è una rivista di ricerca e riflessione sulla produzione letteraria e sulle interazioni culturali frutti delle migrazioni.

Fondata e diretta dal Professore Fulvio Pezzarossa dal 2007, la rivista, attualmente pubblicata dalla casa Stem Mucchi Editore, è giunta al volume 11.

Divisa in tre sezioni: Letture, Visioni e Strumenti; Scritture migranti raccoglie saggi, studi, riflessioni  e scambi di idee, metodi e e pratiche sugli studi sulla letteratura della migrazione e anche sul “tema migratorio in una prospettiva transmediale, tra cinema, teatro, musica, danza o arte, il museo e le politiche espositive.“.

Qui di seguito l’indice del numero 11/2007 della rivista e il call for paper per il numero 12/2018.

 

«Scritture migranti (rivista di scambi interculturali)», 11/2017

Migrazioni e memoria: pratiche artistiche, museificazione, resistenza

Indice

1. Migrazioni fra memoria e patrimonio / Les migrations entre mémoire et patrimoine

  • Nicola Brarda, Chiara Denti, Diletta Moscatelli, Introduzione: Les migrations entre mémoire et patrimoine
  • Véronique Dassié, Témoignage, forme mémorielle et narration spatiale: l’exemple d’une exposition sur les migrations
  • Veronica Landi, L’esclavage et la traite atlantique dans les musées en France métropolitaine. Etat des lieux et enjeux
  • Chiara Denti, La letteratura italiana della migrazione: un patrimonio della nazione, a che prezzo?
  • Nicola Brarda, Du « musée archéologique » à la «caserne militaire»: représentations conflictuelles d’une occupation migrante dans Pantanella. Canto lungo la strada de Mohsen Melliti
  • Evelyne Ribert, Les effets paradoxaux de la patrimonialisation des mémoires des migrations : le cas de la Petite Espagne à la Plaine Saint-Denis en France
  • Caroline Zekri, La fabrique des identités migratoires : de l’usage du culturel comme outil de dépolitisation des migrations
  • Diletta Moscatelli, Dai musei dell’immigrazione a un museo in uno spazio occupato: la difficile relazione tra musei, migrazioni e arte contemporanea
  • Intervista di Diletta Moscatelli, Giacomo Sferlazzo e «la discarica di Lampedusa»

2. Migrazioni e resistenze d’arte / Migrations and art resistances

  • Jessica Sciubba, Mediterranean Liminalities: Human/Non-Human Entanglements in Narratives of Migration
  • Paola Zaccaria, Pratiche artistiche transmediali ispirate (d)agli archivi della migrazione in America: le cartografie no border di JR ad Ellis Island

3. Visioni / Visions

  • Heidi Wood, Réévaluation du projet Musées du monde : première mission du comité scientifique de rééquilibrage culture

4. Riflessioni / Reflections

  • Ugo Fracassa, Nuove frontiere della letteratura italiana della migrazione

Leggere un abstract degli articoli cliccando qui

Contatti:  redazione.scritturemigranti@unibo.it

Call For Paper  «Scritture migranti. Rivista di scambi interculturali» vol. 12/2018

In previsione dell’uscita del n. 12/2018 di «Scritture migranti. Rivista di scambi interculturali», gli studiosi interessati a proporre un proprio contributo inedito devono inviare all’indirizzo redazione.scritturemigranti@unibo.it un abstract della proposta (2000 battute) non oltre il 10 maggio 2019. Eventuale accettazione della proposta verrà comunicata entro il 31 maggio 2019.

La scadenza per l’invio dei contributi è il 31 OTTOBRE 2019.

Il testo, che non dovrà eccedere le 40mila battute (spazi e note inclusi), dovrà essere redatto in italiano, inglese o francese e in formato Word, seguendo le norme redazionali della rivista reperibili all’indirizzo: https://www.mucchieditore.it/images/ExtraRiviste/NormeRedazionali_ScrittureMigranti.pdf

Al testo dovranno essere acclusi:

  • abstract del contributo, sia nella lingua del contributo, sia in traduzione inglese (nel caso di contributo in inglese, è richiesto il solo abstract in inglese);
  • breve nota bio-bibliografica nella lingua del contributo, in un file separato dal resto.

I contributi verranno esaminati attraverso una procedura di peer-review anonima.

La redazione di «Scritture migranti» sollecita in particolare contributi innovativi dal punto di vista dei temi, dei soggetti, delle metodologie, degli approcci teorici che possono rientrare all’interno del vasto campo di interesse della rivista.

L’articolo dovrà riferirsi a una delle tre sezioni fondamentali in cui è organizzata la rivista:

a) Letture. Saggi che studiano le intersezioni tra scritture e migrazioni da una prospettiva comparatistica e socio-letteraria, da condursi tramite analisi tematiche, strutturali e stilistiche di casi esemplari, sintomatici o comunque significativi.

b) Visioni. Una sezione attenta al tema migratorio in una prospettiva transmediale, tra cinema, teatro, musica, danza o arte, il museo e le politiche espositive, indagando le strategie di rappresentazione e di auto-rappresentazione, all’incrocio tra letteratura e altri media, con cui si costruisce la figura dello straniero e del migrante.

c) Strumenti. Articoli di rilevante valore metodologico che tengano in conto le ultime tendenze negli studi sulla letteratura della migrazione, dall’analisi della migrazione come campo discorsivo in vari generi letterari, ad esempio con la scrittura autobiografica, fino all’emersione di queste scritture a livello editoriale, critico e di pubblico; oppure affrontando la questione della migrazione da una prospettiva interdisciplinare, come un problema centrale per l’analisi delle dinamiche socio-politiche che attraversano le società europee e non-europee.

Fondata nel 2007 e prima rivista italiana dedicata alle scritture della migrazione, «Scritture migranti» è attualmente pubblicata da STEM Mucchi Editore e classificata in fascia A dall’ANVUR per tutti i settori concorsuali dell’area 10.

Contatti:  redazione.scritturemigranti@unibo.it

More from News

Editoria. Nasce Kanaga Edizioni

Una nuova realtà editoriale che promuove opere di narrativa, poesia e saggistica per stimolare il confronto culturale Deve il suo nome a una maschera tipica della tradizione africana, che rimanda al tema della creazione e proprio la creazione di un … Per saperne di più

“Aspettano di essere fatti uguali”. Laboratorio di scrittura creativa interculturale

“Aspettano di essere fatti uguali”. Dialogare con l’altro è il tema del laboratorio di scrittura interculturale, che si svolgerà (in collaborazione con l’Associazione Eks&Tra) dal febbraio 2018 presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna, coordinato dal prof. Fulvio Pezzarossa. Le iscrizioni sono aperte dal gennaio 2018. Per saperne di più

Autori e opere del 2017

L’anno 2017 ha visto una discreta produzione letteraria degli autori immigrati (o figli di immigrati). La produzione è in calo da qualche anno, ma solo in sensi quantitativi. Invece la qualità si mantiene ad un ottimo livello. E mentre alcuni … Per saperne di più